Eleuterococco radice, 50ml

da Fitosofia
€13.90

La tintura madre di Eleuterococco presenta affinità con quella del Gin-seng (vedi scheda) – per cui si chiama anche "Gin-seng Siberiano" – ma possiede anche una sua peculiare specificità.

Azioni
In generale è una droga ad azione neurotonica, che favorisce la concentrazione, la resistenza allo sforzo fisico ed allo stress psichico (fa difatti parte delle droghe definite come "adattogene", che permettono di tollerare con maggiore efficacia le sollecitazioni che provengono dal mondo esterno.

Possiede inoltre una ottima azione immunostimolante, che lo pone tra le droghe di questo gruppo, come l’Astraggalo, il Gin-seng, l’Iperico, l’Echinacea e l’Uncaria.

Ma l’azione che la rende peculiare (in verità posseduta anche, pur in misura minore anche dal Gin-seng e dall’Astragalo) è il miglioramento del rendimento muscolare: in effetti, soprattutto sugli atleti durante gli llenamenti, ma anche nelle gare impegnative, l’assunzione dell’Eleuterococco ottimizza le prestazioni, riducendo il consumo di ossigeno a parità di sforzo (o permettendo uno "scatto in più" a parità di consumo, riducendo così la formazione dell’acido lattico, che rappresenta il fattore predominante sul senso di fatica fisica, durante gli sforzi prolungati.

L’Eleuterococco, come il Gin-seng, consente di migliorare l’attenzione, la concentrazione, e la prontezza dei riflessi, si capisce come sia particolarmente indicato in quegli sport che richiedono sia un rilevante impegno fisico insieme ad un importante impegno di concentrazione psichica (tiro con l’arco, scherma, arti marziali, ma anche nel sollevamento pesi o nel lancio del disco e simili, nel salto e nella corsa).

Possiamo quindi dire che è la droga d’elezione per tutti coloro che richiedono un sostegno globale in una attività ove l’impegno fisico è finalizzato al raggiungimento di un determinato obiettivo che richiede capacità di attenzione, di valutazione e presenza di spirito.

Associazioni consigliate
Con compresse di Astragalo, Gin-seng, Guaranà: durante le gare impegnative.
Con l’Iperico (nelle varie forme), con la Damiana, l’Angelica ed il gemmoderivato di Ribes nigrum (durante le gare è sempre opportuno tenere alto il "tono" surrenalico).

Curiosità
L'eleuterococco è una pianta delle zone orientali della Siberia ed aree limitrofe (Cina, Corea). Benché noto da tempo immemorabile nella medicina orientale ha avuto una improvvisa notorietà con le olimpiadi di Mosca: secondo la stampa i buoni risultati degli atleti russi erano dovuti all'assunzione di Eleuterococco. La droga, costituita dalle radici, contiene un gruppo abbastanza eterogeneo (dal punto di vista chimico) di principi attivi, detti "Eleuterosidi", che gli studiosi russi (ovviamente i primi a studiare la pianta ed ad isolarne le sostanze attive) avevano definito attribuendo ad essi una lettera dell’alfabeto. Eleuteroside A è un sitosterolglucoside; E. B, è la siringina (derivato del fenilpropano); E. B1, l’isofraxidinaglucoside (derivato cumarinico); E. D e E, sono dei lignani; E. I, K, L, M, che infine sono saponine triterpeniche analoghe ai ginsenosidi.

Ingredienti
Estratto idroalcolico in rapporto D/E da pianta fresca 1:4 di Eleuterococco (Eleuterococcus senticosus (Rupr. Et Maxim.) maxim) radice.

Tenore medio degli ingredienti caratterizzanti per dose massima giornaliera pari a 150 gocce corrispondenti a 3,6 g di estratto idroalcolico di Eleuterococco.

Formato: Flacone in vetro da 50ml